Cercare lavoro: quali sono i migliori canali online


Cercare lavoro è una attività da svolgere seriamente che richiede non solo tanta pazienza, ma forza di volontà: quali sono i migliori canali

lavoro autonomo donna imprenditrice disoccupazione giovanile

Considerando che la ricerca non sia facile per nessuno e non sempre le aziende rispondono, i soggetti interessati devono creare una propria strategia di ricerca e determinare quante ore al giorno dedicare all’attività. La ricerca si svolge online, offline, con il passaparola e tramite concorsi: insomma, le modalità sono tantissime ma anche le strategie da adottare! Vediamo insieme passo dopo passo come cercare lavoro e quali sono i canali specifici a cui affidarsi.

Canali online per cercare lavoro
In un mondo che si basa su Internet e sulle ricerche online, anche il lavoro oggi passa da tramite questo canale. Web e social network possono diventare dei veri e propri alleati se utilizzati in maniera intelligente e con una strategia mirata.

Il primo step richiede di preparare il proprio curriculum completo in formato digitale. Una volta pronto si potrà:

Navigare immettendo sui motori di ricerca le varie parole chiave che portano agli annunci di lavoro.
Portali certificati che selezionano e raggruppano tutti gli annunci di lavoro seri che vengono proposti da aziende certificate, come per esempio posizioniaperte.com
Sito web ufficiale aziendale valutando le posizioni aperte nelle sezioni Lavora con Noi
Forum, canali e pagine social specifiche che raggruppano le varie proposte per un determinato lavoro (da Linkedin, Facebook, Twitter). Inoltre c’è anche la possibilità di creare una pagina vetrina professionale così da entrare in contatto diretto con le varie aziende che cercano lavoro.
Ma non è tutto, infatti nulla vieta di presentarsi direttamente alle aziende specifiche mostrando le proprie abilità. Il consiglio? Informarsi sempre prima di quelle che sono le peculiarità e caratteristiche dell’azienda, senza mandare una presentazione generica e uguale per tutti.

La ricerca può essere effettuata anche velocemente per risparmiare tempo, ma sia quando si risponde ad un annuncio e sia quando ci si propone in autonomia, la personalizzazione del messaggio è obbligatoria. Le realtà innovative controlleranno se il soggetto potrà essere interessante e avere le competenze corrette per quel tipo di mansione, ma anche se c’è stata attenzione nel redigere curriculum e messaggio di accompagnamento.

Tra i vari modi di sfruttare il Web, anche informarsi sui vari settori del mercato in via di sviluppo attraverso le sezioni economiche di tutti i giornali. Quante volte le relazioni personali si sono trasformate in fonti di informazioni molto preziose? Internet, se usato nella maniera corretta, può rivelarsi l’alleato perfetto anche nella ricerca del lavoro.

Modalità e consigli per cercare lavoro
Non esiste solo una ricerca sul Web, perché anche in modalità OffLine ci sono tutte le opportunità per trovare lavoro in maniera corretta e veloce. Ma a chi rivolgersi?

Centri per l’Impiego che hanno sostituito gli uffici di collocamento. Questi agevolano l’inserimento all’interno del mondo del lavoro con attività diverse di formazione, orientamento e aiuto per gestire al meglio domanda e offerta.
Le banche dati professionali sono ottimali per inserire il proprio nominativo. Non solo i Centri per l’Impiego ma anche associazioni che si possono trovare nella propria città: possono essere legate all’ambiente professionale oppure universitario. Un consiglio? Non affidarsi a chi chiede del denaro in cambio dell’inserimento del nominativo. In questo caso potrebbe trattarsi di truffa o banca dati improvvisata.

Iscriversi alle varie Agenzie per il lavoro
Inserire un annuncio sui giornali cartacei in categoria Lavoro.
Come creare un incontro tra domanda e offerta? È uno step naturale nel momento in cui si crea una conoscenza tra privato e azienda. Tutte le strade che sono state sopra evidenziate sono un tramite per arrivare alle imprese in maniera sicura. Il mondo del lavoro viene a conoscenza che quella determinata persona è disponibile e possiede proprio le caratteristiche fondamentali per quel tipo di professione.

Per quanto riguarda l’autocandidatura, la modalità è differente. Non si scrive all’azienda pensando di essere assunti ma presi in considerazione. Il curriculum non porta un datore di lavoro all’assunzione ma può chiamare il candidato per un colloquio. Arrivare a questo obiettivo è possibile adottando una strategia mirata grazie alla lettera di presentazione, personale ma allo stesso tempo formale.

Come anticipato, anche l’autocandidatura attraverso gli annunci sul giornale non è un canale da sottovalutare. L’inserzione dell’annuncio avviene anche online, offline, gratuitamente o a pagamento: l’investimento vale la pena se si hanno doti particolari come la conoscenza di una lingua non diffusa oppure una certificazione difficile da ottenere.

Il testo che accompagna l’autocandidatura con annuncio sul giornale dovrà essere ben scritto e dovrà farsi notare, spiccando in mezzo ai tanti che ci sono. Si consiglia un linguaggio chiaro e sintetico, evidenziando quelle che sono le proprie capacità – esperienze – età e tutti gli estremi per essere contattati dall’azienda (dalla mail sino al numero di telefono).

Una attenzione particolare anche ad individuare il giornale giusto su cui pubblicare l’annuncio. La ricerca di un lavoro extra o precario può essere messo sui giornali che consentono la pubblicazione gratuita, al contrario optare per quelli a pagamento se le aspettative professionali sono mirate e di alto livello.

Come cercare lavoro in enti e servizi pubblici?
Le modalità online e offline sono di certo le principali per cercare lavoro o per farsi notare dalle aziende del settore privato. Ma chi volesse lavorare per enti e servizi pubblici, come deve procedere?

Si potrebbe definire come una categoria differente non essendoci delle persone fisiche ma una entità principale come il Comune, Regioni e Stato. Le modalità per poter accedere ad un lavoro come dipendente di questi enti sono completamente diverse e si accede tramite:

Selezione mirata da parte dei Centri per l’Impiego ma solo per qualifiche basse
Concorsi pubblici a seconda della categoria e solo per qualifiche medio alte.
Chi è interessato dovrà visionare i bandi di concorso sulla Gazzetta Ufficiale o Bollettini Ufficiali e comunque ogni tipo di fonte ufficiale. Il bando di norma viene pubblicato anche a diffusione nazionale all’interno dei quotidiani di settore o direttamente sui siti web. È necessario visionare questi bandi ogni giorno e iscriversi per mandare avanti tutta la procedura che si differenzia ogni volta.