Scossa di terremoto: tremano le coste della Calabria


Alle 7:24 l’INGV ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo ML 4.2 con epicentro a largo delle coste della Calabria. Sisma avvertito nelle principali città calabresi e a Messina

Alle 7:24 l'INGV ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo ML 4.2 con epicentro a largo delle coste della Calabria. Sisma avvertito nelle principali città calabresi

Questa mattina, alle ore 7:24 italiane del 28 settembre 2018, è stato localizzato un terremoto di magnitudo ML 4.2, con epicentro a largo della costa calabra sud occidentale e risentito nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Vibo Valentia e Messina, ad una profondità di 11 km.

I comuni compresi entro 20 chilometri dall’epicentro sono: Palmi (11 km), Bagnara Calabra (12 km), Seminara (13 km), Scilla (14 km), Gioia Tauro 816 km), Melicuccà (16 km), Sant’Eufemia d’Aspromonte (17 km), San Procopio (18 km), Sinopoli (18 km), San Roberto (19 km), Fiumara (19 km), Campo Calabro (19 km), Villa San Giovanni (20 km), San Ferdinando (20 km).

La sala sismica dell’INGV, oltre alla scossa principale delle 07:24 che ha fatto tremare la Calabria e parte della Sicilia, ha registrato in seguito altri eventi sismici di magnitudo ML superiore a 2.0. L’ultimo alle 08:26 con epicentro a 3 chilometri da Milo (Catania) di magnitudo ML 2.8.

L’evento è stato localizzato in un’area a pericolosità molto alta così come mostrato nella mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale.

Il terremoto è stato risentito in un’ampia area dalla costa calabra così come è evidenziato dalla Mappa preliminare dei risentimenti  elaborata dai circa 211 questionari inviati al sito www.haisentitoilterremoto.it aggiornata alle ore 07:57 del 28 settembre. Dalle prime verifiche effettuate l’evento sismico risulta avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone e cose.

Per maggiori informazioni su questo evento sismico che ha interessato la Calabria: http://cnt.rm.ingv.it/event/20787491