Mens Sana, Bagatta rassicura su Turner: “Infortunio? Niente di serio”


Il Presidente biancoverde sulla campagna abbonamenti: “Obiettivo 1800 tessere”

mens sana siena brindisi infortunio elston turner
Saccaggi in lunetta nella finale New Basket Brindisi-Mens Sana Siena

SIENA – La Soundreef Mens Sana ha fatto rientro alla base in nottata dopo il secondo posto al VII Memorial Pentassuglia. Nella finalissima contro la New Basket Brindisi i biancoverdi sono usciti sconfitti 76-50 dai padroni di casa ma più del risultato finale a tenere in apprensione i tifosi sono le condizioni di Elston Turner.

La guardia americana è uscita dal parquet nel corso del terzo quarto della sfida di semifinale contro Avellino per una botta al ginocchio. Come fa sapere la società senese, però, “le sacche di ghiaccio sono state riposte tra il materiale sanitario dopo la confortante notizia che Elston Turner sta meglio e potrà presto riprendere gli allenamenti agli ordini della quaterna Griccioli-Mecacci-Monciatti-Tibiletti”.

A tracciare un bilancio della due giorni brindisina, sul sito ufficiale del club, è il Presidente della Mens Sana, Guido Bagatta che venerdì sera è stato fra i primi a precipitarsi sul parquet per soccorrere Elston Turner e ha vissuto con il vicepresidente Cagnazzo e l’azionista Filippo Macchi questi due giorni fianco a fianco alla squadra.

Presidente, è valsa la pena partecipare a questo quadrangolare?

“Certo che sì. Nel Basket come in tutti gli altri sport si impara da quelli che sono più bravi, mentre nulla si aggiunge quando si gioca con squadre inferiori. Abbiamo affrontato due squadre che disputeranno il campionato di serie A e che non avremo più l’occasione di affrontare in questa stagione. Con Avellino è stata la partita perfetta, anche psicologicamente per la sorta di elastico che è scattato al momento dell’infortunio di Elston e che ha determinato la reazione della squadra. Con Brindisi è stata invece la partita imperfetta, nel senso che abbiamo fatto molto di quello che non dovevamo fare; forse è stato anche a causa delle energie e dell’adrenalina spese e del rimbalzo psicologico della sera prima che ha pesato alla rovescia. Noi siamo una squadra molto veloce e ieri sera non riuscivamo a ripartire. Neanche un contropiede. Questo aspetto, contro una squadra molto grossa, cioè atleticamente importante, come Brindisi lo abbiamo pagato. Ma va anche detto che squadre come queste non ci sono in A2; in futuro, le nostre chance ce le giocheremo correndo e alzando i ritmi in quanto siamo una squadra discretamente leggera. Forse, per assurdo, abbiamo imparato di più ieri sera perdendo con Brindisi che il giorno prima battendo Avellino”.

A quale livello della propria preparazione è giunta la Soundreef Mens Sana?

“L’infortunio di Turner ha sballato tutto; con lui eravamo al 60% del nostro percorso, senza di lui non si possono fare delle stime. Quindi limitiamoci ai progressi che tutti avete visto e contiamo molto sulla crescita di Ebanks. Anche ieri ha segnato 18 punti. Non è davvero poco tenendo conto di tre soli allenamenti alle spalle e di fronte ad avversari titolati”.

Proprio lui…quando ha preso una stoppata da Lalanne ha avuto un momento di nervosismo. È un bene o un male?

“Assolutamente un bene. Lalanne non è un fenomeno ma ha quindici chili di muscoli in più e due settimane di allenamento alle spalle. Devin che ha la sua forza nell’avere palla in mano e nel gioco in velocità, è chiaramente sfavorito quando si confronta fisico su fisico. Lui è uno che non esterna, ma l’ho visto molto arrabbiato con se stesso. Questo è un bene perché ce la metterà tutta in futuro per imporre le proprie qualità”.

E su Turner ci sono notizie certe…

“Molto positive, “L’infortunio di Turner? Non c’è nulla di serio. Già ieri sera, liberato dall’ansia, l’ho visto rilassato e pronto a ricominciare. Anche questo è positivo”.

Da Siena la notizia che gli abbonamenti sono arrivati a quota 780. Commenti?

“Siamo soddisfatti, penso si possa giungere molto vicini al nostro obbiettivo che è di arrivare intorno a quota 1800”.

Campagna abbonamenti: da domani la vendita libera

Da domani, lunedì 11 settembre, e per tutta la settimana, compresa la giornata di sabato, l’ufficio biglietteria della Soundreef Mens Sana riaprirà dalle ore 16 alle 19 per i tifosi che intendono sottoscrivere l’abbonamento. Avrà inizio la vendita libera dei posti numerati non confermati e di tutte le altre postazioni all’interno del PalaEstra.

“La terza e ultima settimana nella quale venivano riassegnati i posti numerati – spiega l’Amministratore delegato, Francesco Bertoletti – ha elevato a 784 le tessere vendute. Intanto la squadra di coach Griccioli ha offerto le prime prestazioni che definirei assolutamente dignitose e promettenti a testimonianza del nostro desiderio di far bene”.

“Mi riporto alla felice espressione del nostro vicepresidente Cagnazzo che, a caldo, dopo l’affermazione contro la Sidigas Scandone Avellino ha auspicato che tale prestazione potesse valere qualche centinaio di abbonamenti in più. Siamo ancora lontani dall’obbiettivo che ci eravamo prefissati, ma ripongo fiducia in chi mi riferisce che di solito sono le ultime settimane prima del campionato che fanno registrare l’incremento maggiore” ha aggiunto Bertoletti.

Le tessere della campagna abbonamenti “Passione per sempre” relative alle stagione 2017/2018 potranno essere acquistate, oltre che presso la biglietteria del PalaEstra, anche online su www.ciaotickets.com e nelle oltre 500 rivendite autorizzate Ciaotickets consultabili su www.ciaotickets.com/punti-vendita.

Per tutte le informazioni: [email protected].

Info prezzi a questo link.

Tutte le informazioni sugli sconti e sulle convenzioni previste per i tifosi biancoverdi che intendono sottoscrivere l’abbonamento per la prossima stagione del campionato di serie A2 girone Ovest sono consultabili nell’apposita sezione del sito ufficiale del club.