Olimpiadi di Italiano, edizione 2017 da record

Nella prima fase in gara oltre 57mila studenti: finalissima il 6 Aprile a Torino

Nell’infografica del Miur i numeri dell’edizione 2017 delle Olimpiadi di Italiano

ROMA – È un’edizione record quella 2017 per le Olimpiadi di Italiano, con quasi 57.500 iscritti per i due giorni di prove in oltre 1.100 istituti.

La competizione, giunta al settimo appuntamento, è organizzata dal Miur per rafforzare e migliorare la conoscenza e la padronanza della nostra lingua tra gli studenti.

Le Olimpiadi di Italiano sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici del Miur. Rientrano nel Programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze.

La competizione è rivolta agli studenti di tutte le scuole secondarie di secondo grado.

In “gara” 57.424 studenti

Ieri si sono concluse le “gare” delle Olimpiadi di Italiano per 57.424 tra studentesse e studenti lungo tutta la Penisola. Sono quasi 14mila in più i partecipanti (+32%) rispetto all’anno scorso e circa 33mila in più rispetto al 2015. Le studentesse sono in maggioranza rispetto ai compagni, rispettivamente 35.743 e 21.681.

Continuano ad aumentare anche gli istituti iscritti alla competizione. Le prove si sono tenute in 1.113 scuole (+27%) mentre nel 2016 le partecipanti erano 875.

Ad aprire le gare di istituto sono stati i candidati della categoria Junior (ragazze e ragazzi del biennio). Poi è toccato ai Senior (ragazze e ragazzi del triennio). Le studentesse e gli studenti hanno affrontato la prova collegandosi ad una piattaforma appositamente creata per la prima fase delle selezioni, a livello di istituto.

Aumentano gli studenti degli istituti tecnici in gara

La regione con il maggior numero di istituti iscritti alle Olimpiadi di Italiano 2017 è la Lombardia (140 scuole). Seguono la Campania (129) e la Puglia (122). Roma è la città con il maggior numero di scuole iscritte in tutta Italia: 53. Ma è la Campania ad avere il maggior numero di studenti partecipanti (7.846). Segue la Puglia con 7.287 iscritti.

Segno più, rispetto agli anni precedenti, anche per il numero di partecipanti degli istituti Tecnici e Professionali. Il 28% del totale delle scuole iscritte (l’anno scorso era il 23%) è rappresentato da Tecnici (227) e Professionali (75). I Licei sono 791.

Confermata la partecipazione delle scuole italiane all’estero. Al momento sono iscritti 20 istituti, ma per loro c’è tempo fino al 28 febbraio. Ben 27 sono le scuole con italiano lingua L2 della Provincia di Bolzano. Particolari deroghe sono state previste per le scuole che si trovano nelle zone colpite dal recente terremoto.

Le prove delle Olimpiadi di Italiano

Elaborate da un gruppo di lavoro con la collaborazione scientifica dell’Accademia della Crusca, dell’ASLI (Associazione per la storia della lingua italiana) e dell’ADI (Associazione degli Italianisti), si basano soprattutto su esercizi di ortografia, punteggiatura, morfologia, lessico e sintassi.

Per la gara finale di Torino, la prova prevede anche esercizi di comprensione testuale: riassunto, composizione di un testo informativo/funzionale, composizione di un testo creativo. Il Sillabo si trova nel sito delle Olimpiadi: www.olimpiadi-italiano.it.

La finale nazionale a Torino il 6 Aprile

I migliori accederanno alla seconda fase di selezione, quella regionale, che si terrà il 7 marzo prossimo. Quindi la terza fase, quella nazionale, con i finalisti che si contenderanno il podio nella sede del Liceo D’Azeglio, a Torino, giovedì 6 aprile.

In occasione della finale di Torino sono in programma anche incontri, tavole rotonde, spettacoli teatrali, lezioni, visite culturali. Il tutto all’interno delle Giornate della lingua italiana in programma insieme alle Olimpiadi di Italiano dal 5 al 7 aprile.

Durante le Giornate della lingua italiana sarà ricordata la figura del grande linguista Tullio De Mauro, che fu anche presidente della Giuria delle Olimpiadi di Italiano del 2013.

Omaggi anche per gli anniversari del Corso di Linguistica generale di Ferdinand De Saussure (cento anni dalla pubblicazione), della prima edizione dell’Orlando Furioso (1516) e della nascita, centocinquant’anni fa, di Luigi Pirandello.

La giuria che valuterà le prove della finale è composta da: Gian Luigi Beccaria (Presidente), Maria Catricalà, Giorgio Graffi, Carla Marello, Enrico Mattioda, Ludovica Medaglia (Campiello Giovani 2016), Giuseppe Patota, Michele Prandi, Francesco Sabatini, Sergio Scalise, Anna Maria Thornton.

L’hastag ufficiale per tutta la durata e le fasi della manifestazione è #OlimpiadiItaliano.