Waldeck festeggia 20 anni dell’etichetta Dope Noir Records


Waldeck festeggia il 20° anniversario della sua etichetta Dope Noir Records  e presenta il nuovo video di “Quando, quando, quando”

waldeck

L’artista/produttore elettronico viennese Klaus Waldeck festeggia il 20° anniversario della sua etichetta Dope Noir Records.

Per questa speciale occasione la Dope Noir Records ha programmato l’uscita di un doppio CD box (1 aprile) e un LP box con cinque mini-album in vinile (17 giugno), rigorosamente limitati e numerati a mano, con tracce inedite. Tra gli artisti presenti in questa edizione da collezione ci sono Waldeck stesso, Soul Goodman, il Waldeck Sextet e il premiato progetto francese Saint Privat. La maggior parte della musica è nuova di zecca, ma per onorare l’occasione “20 Years Dope Noir” contiene alcune versioni ri-registrate dei pezzi di maggior successo di Waldeck. In questa release troverete tutti i volti artistici di Klaus Waldeck.

Il video di “Quando, quando, quando” con il featuring di Patrizia Ferrara, ci porta una nuova versione speciale di questa canzone, già tra i classici dell’artista austriaco, e inizia la collaborazione con il giovane regista italiano Luca Gastaldi.

GUARDA IL VIDEO DI “QUANDO, QUANDO, QUANDO”

20 Years Dope Noir” conterrà:

Waldeck: “Ballroom-Ballroom!”
Il più sostanzioso riferimento al suo album di maggior successo “Ballroom Stories”, che probabilmente cattura al meglio ciò per cui Waldeck è conosciuto: melodie delicate e ritmi swing combinati con la giusta dose di elettronica. Contiene anche delle performance vocali di Patrizia Ferrara e soprattutto: eleganza e nostalgia!
Ascoltate: “Crazy”, “Mad about the Boy” e una nuova versione del classico di sempre “Memories”.

Waldeck: “Circo Paradiso”
Questo album è un po’ più audace nel suo mix di stili diversi. È anche più up-tempo e più “balcanico”, se possibile. Più ironico e, beh, più di tutto. Questo non è necessariamente un male perché: “more is more” 😉 I fan della vocalist Zeebee saranno felici di trovarla in due tracce.
Ascoltate: “Rough Boy”, “Kiss me”, “Quando, Quando, Quando”, “Bonita”.

Soul Goodman: “Midnight Safari”
Midnight Safari ci presenta un lato non molto conosciuto del talentuoso Mr. Waldeck: il suo segreto alter ego soul. Fa pensare a Shirley Bassey/James Bond, ma a suo modo anche a uno spettacolo retrò in un locale notturno o in una bisca di Las Vegas.
Ascoltate: “Lady in Green”, “The Moon Above”, “Danger”.

Saint Privat: “Bossa Casanova”
Il progetto francese Saint Privat è nato nel 2003 subito dopo che Klaus Waldeck ha incontrato la cantante Valerie Sajdik ad una festa di matrimonio privata, dove lei cantava per gli invitati. La musica si sofferma sull’easy listening francese e sulla bossa-nova retrò. I Saint Privat hanno vinto l’Austrian Music Award nel 2005 e hanno finora pubblicato due album. Questa pubblicazione è il loro primo segno di vita dopo più di un decennio ed è anche inteso come un teaser per il prossimo full-length album previsto per la fine del 2022.
Ascoltate: “Boom Boom”, “Click! Bossa Casanova”, “Encore une fois”, “Le superflu”.

Waldeck Sextet: “Kind of Blues”
Il Waldeck Sextet è un progetto abbastanza nuovo e può essere considerato come la controparte acustica al main act elettronico di Waldeck. Tutto è iniziato quando Klaus Waldeck è stato invitato a prendere parte ad una session di registrazione live analogica “Direct-to-Disc” nel Supersense Club di Vienna, dove nessuna apparecchiatura elettronica era ammessa. Klaus Waldeck dopo alcune telefonate ha messo insieme alcuni dei migliori musicisti jazz della città. Alcune delle tracce sono ispirate al cinema francese degli anni ’60 e in un brano in particolare troveremo riferimenti alla grande musica improvvisata di Miles Davis dal film noir “Ascensore per il patibolo”. Tutti i brani vedono la partecipazione della vocalist Patrizia Ferrara.