Babbuino rapisce cucciolo di leone: video senza lieto fine


Il VIDEO del babbuino che rapisce il cucciolo di leone non ha un lieto fine: la natura sa essere crudele spiegano le guide di Kurt Safari

Il VIDEO del babbuino che rapisce il cucciolo di leone non ha un lieto fine: la natura sa essere crudele spiegano le guide di Kurt Safari

Potrebbe ricordare una scena del Re Leone, ma la realtà è lontana da quel che sembra. Ha fatto il giro del mondo il video di un babbuino che, dopo aver rapito un cucciolo di leone, sembra prendersene cura. Kurt Schultz, direttore del Kurt Safari al Kruger National Park, Sudafrica, si è detto sbalordito da quelle immagini.

Non ho mai visto un babbuino prendersi cura di un cucciolo di leone. All’inizio pensavo che il piccolo fosse morto, ma dopo un po’ mi sono reso conto che era ancora vivo”, ha raccontato.

Tuttavia, la natura sa essere crudele. “Il cucciolo sembrava abbastanza disidratato e stanco. In passato ho visto babbuini uccidere cuccioli di leopardo, quindi presumo che il piccolo non sia sopravvissuto al giorno”, ha spiegato.

Sebbene non fossero immediatamente visibili ferite, “l’ostaggio” potrebbe aver riportato lesioni interne poiché i cuccioli di leone non sono abituati a essere trasportati in questo modo. Inoltre, i babbuini, che notoriamente sono animali molto forti, erano eccitati per la sua presenza ed hanno iniziato a combattere per lui. Nella ressa il piccolo potrebbe essere stato ferito.

Non c’è nemmeno la possibilità che venga salvato dal padre.

“Il branco di babbuini era grande e un leone non sarebbe in grado di riprendere il suo piccolo. La natura è crudele e la sopravvivenza dei cuccioli non è facile”.

Sono passati 3 giorni e le guide di Kurt Safari sono tornati nell’area per cercare il cucciolo. Purtroppo non ci sono notizie. Sebbene i babbuini siano stati visti nella stessa zona, non avevano un cucciolo di leone con loro. Nessun cucciolo di leone di questa giovane età potrebbe sopravvivere senza latte per questo periodo di tempo.

        

Nonostante le preoccupazioni di Schultz per la sorte del cucciolo, è importante non intervenire spiega l’agenzia Dire Giovani (www.diregiovani.it).

“Per quanto ci rendiamo conto che potrebbe essere difficile da guardare e potrebbe essere crudele, l’interazione umana con la fauna selvatica nel parco nazionale Kruger, o la maggior parte della fauna selvatica a livello globale, non è qualcosa che accade a meno che non sia causata dagli umani. In questo caso la natura si comportava normalmente: il più forte sopravvive, e i leoni che crescono rappresentano una minaccia per i babbuini quando saranno più grandi”.