Al Tenax Theatre ecco i “Reactive bodies”


Ultimi tre appuntamenti con Tenax Theatre nella storica discoteca fiorentina. Il 16 novembre l’installazione interattiva con cinque performer tra azioni sceniche e elaborazioni visive in tempo reale

Il 16 novembre al Tenax Theatre "Performing bodies"
Il 16 novembre al Tenax Theatre “Performing bodies”

Il primo appuntamento di Tenax Theatre  è domani 16 novembre alle ore 23,30  con una vera e propria incursione all’interno di una delle più iconiche serate del Tenax degli ultimi 15 anni, quella del Fragola’s Night. Massimo Bevilacqua crea quattroinstallazioni/performance, riunite sotto il titolo di “Reactive Bodies”, pensate per prendere corpo durante la serata ,invadendo ad intermittenza  lo spazio della storica sala di via Pratese con azioni e ambienti, dislocati in diverse postazioni. Reactive bodies vede la partecipazione  in scena di Martina Bartolini, Claudia Felici Ares, Matilda Mancuso, Lapo Nannini, Sara Zannoni  e le luci di  Giacomo Ungari.  Un Live painting digitale, un’installazioni interattiva, azioni performative e elaborazioni di visual in tempo reale cattureranno lo sguardo di giovani osservatori inusuali, offrendo loro nuove sollecitazioni percettive.

 

Mercoledì 20 novembre alle ore 21 il Tenax Theatre offre una nuova occasione di incontro tra maestri e giovani artisti nella serata dal titolo Musica su due dimensioni – azioni e interazioni tra suono, luce, spazio con Roberto Fabbriciani e 15 allievi del conservatorio Cherubini.

Sarà infatti il M° Roberto Fabbriciani, interprete internazionalmente riconosciuto per la sua ricerca nell’innovazione della tecnica flautistica, a portare sul dance floor di uno dei luoghi di culto del nightclubbing italiano e oltre la musica del grande Bruno Maderna con Musica su due dimensioni , per flauto e nastro magnetico.

L’esecuzione vedrà protagonista il flautista toscano nelle due versioni della composizione , quella del 52 e quella del 57, molto diverse tra loro. Il manoscritto della prima fu donato da Maderna a Fabbriciani e rappresenta il primo esempio nella storia della musica di un duetto tra uno strumento acustico e nastro magnetico. Il percorso di interazione con  i  giovani del Conservatorio “Luigi Cherubini” prevede a seguire  l’esecuzione dell’opera Zeus suona i flauti, scritta nel 2006  a quattro mani dal compositore belga Henry Pousseur per la parte di nastro magnetico e per il flauto da Fabbriciani , il quale presenterà  il lavoro puntualizzando l’aspetto della drammaturgia gestuale e della luce.

 

 Giovedì 28 novembre alle ore 21 al Tenax Theatre convergeranno  artisti visivi, attori, danzatori, performer, dj in una serata aperta, una piazza notturna di incontro sull’arte intitolata KryptoNight.

KryptoNight – Una festa per l’arte è un open party dedicato ai linguaggi dell’arte al quale sono invitate personalità della cultura e della formazione tra cui esponenti del Museo Novecento, Museo Marino Marini, Fondazione Palazzo Strozzi, Murate Art District, Manifattura Tabacchi, Accademia di Belle Arti di Firenze, DIDA, SRISA , Fabbrica Europa/Parc , Collezione Gori/fattoria di Celle, Arte in Fabbrica, Galleria il Ponte ,Artisti per Frescobaldi e vedrà la partecipazione di artisti, curatori e critici dei diversi linguaggi contemporanei insieme a galleristi e collezionisti.Durante la serata sono previste proiezioni di opere video e performance .

Il progetto TENAX THEATRE è prodotto da TS Krypton con il sostegno di Comune di Firenze e Fondazione Cr Firenze,  in collaborazione con Tenax, Accademia  di Belle Arti e Conservatorio Luigi Cherubini, e con il patrocinio della Regione Toscana.