A Ferragosto in viaggio sei italiani su dieci


Gita al mare, in montagna o visite a parenti e amici: quasi sei italiani su dieci passeranno il giorno di Ferragosto fuori casa. Il 24% invece ne approfitterà per riposare

Gita al mare, in montagna o visite a parenti e amici: quasi sei italiani su dieci passeranno il giorno di Ferragosto fuori casa. Il 24% invece ne approfitterà per riposare

Quasi sei italiani su dieci (57%) non restano a casa per Ferragosto e hanno deciso di mettersi in viaggio per raggiungere parenti o amici, andare in vacanza al mare, in campagna e in montagna o per fare una semplice gita.

E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixe’ divulgata in occasione del weekend da bollino nero sulle strade italiane per le partenze in vista del Ferragosto, il “capodanno” dell’estate.

La stragrande maggioranza degli italiani si mette dunque in moto e solo per poco meno di un italiano su quattro (19%) il Ferragosto è un giorno come gli altri e non si intende fare nulla di particolare o deve lavorare mentre il 24% coglie l’occasione per stare in casa a riposare.

I giorni di Ferragosto restano dunque il momento clou delle vacanze degli italiani che anche quest’anno hanno privilegiato il mese in corso.

Con le ultime partenze salgono infatti a 21 milioni gli italiani che hanno deciso di concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa ad agosto nell’estate 2018, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’.

Se è il mare con il 62% è la meta dei viaggi più gettonata dagli italiani in vacanza, al secondo posto si classificano le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna.

Il 60% degli italiani in viaggio ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti e amici o in affitto ma tra le preferenze si segnalano nell’ordine anche alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e gli agriturismi che fanno segnare un aumento rispetto allo scorso anno anche grazie alla qualificazione e diversificazione dell’offerta ma anche all’ottimo rapporto tra prezzi/qualità con la scelta che avviene sempre più di frequente attraverso siti come www.campagnamica.it.