Colf e badanti, nuovi minimi retributivi per il 2017

I valori sono retroattivi al 1° Gennaio 2017: nella busta paga di Febbraio le famiglie dovranno specificare la differenza retributiva

Nuovi minimi retributivi per colf, badanti e baby sitter

ROMA – Con l’intesa tra ministero del Lavoro e parti sociali arriva l’aggiornamento della tabella sui minimi retributivi per colf, badanti e baby sitter. I nuovi valori si riferiscono all’anno in corso e sono retroattivi al 1° Gennaio 2017.

La novità è frutto dell’accordo siglato lo scorso 20 Gennaio da parte di sindacati e Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo.

Parti sociali e ministero hanno sottoscritto infatti l’intesa sui nuovi minimi retributivi per il lavoro domestico derivanti dalla variazione del costo della vita. L’aggiornamento è previsto dall’articolo 36 del CCCNL del Lavoro Domestico.

La tabella sui minimi retributivi per colf, badanti e baby sitter era ferma al 1° Gennaio 2013. I nuovi valori, fissati al Ministero del Lavoro e firmati dalle parti sindacali e datoriali (DOMINA, Fidaldo, Filcams CGIL, Fisascat CISL, UILTuCS e Federcolf), decorrono dal 1° gennaio 2017.

Come spiega DOMINA, i nuovi minimi retributivi indicati nella tabella sono retroattivi al 1° gennaio 2017. Di conseguenza tutte le famiglie che hanno assunto colf, badanti o baby-sitter, dovranno inserire nella busta paga di Febbraio 2017 una voce aggiuntiva.

In quest’ultima dovrà essere scritto “differenze retributive busta paga gennaio 2017_ad minimi”.