Lotteria Italia 2016, vincite da riscuotere entro il 9 Luglio

Pubblicato il bollettino ufficiale dei biglietti vincenti: 180 giorni per reclamare i premi

Lotteria Italia:sono 150 i tagliandi vincenti di terza categoria

ROMA – Dopo l’estrazione della Lotteria Italia del 6 Gennaio 2017 i vincitori avranno tempo fino al 9 Luglio 2017 per reclamare il premio.

Oggi infatti l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato il bollettino ufficiale del concorso. A partire da domani, giorno “successivo alla pubblicazione del bollettino ufficiale dell’estrazione dei premi”, scattano i 180 giorni di tempo per presentare i tagliandi integri e in originale all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali.

Per i possessori dei biglietti vincenti della Lotteria Italia, la data da segnare con il circoletto rosso nel calendario è dunque quella del 9 luglio 2017.

Come si legge nel bollettino, i premi sono pagati, previe le necessarie verifiche, da Lotterie Nazionali s.r.l., agli esibitori dei biglietti.

I tagliandi, integri ed in originale, devono essere presentati all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali s.r.l. – viale del Campo Boario 56/d 00154 Roma.

In alternativa possono essere fatti pervenire, a rischio del possessore, al medesimo Ufficio Premi a mezzo raccomandata A/R. Nella raccomandata devono essere indicate le generalità, l’indirizzo del richiedente e le modalità di pagamento richieste (assegno circolare, bonifico bancario o postale).

I biglietti vincenti della Lotteria Italia possono essere anche presentati presso uno sportello di Intesa Sanpaolo. In questo caso la banca provvede al ritiro del tagliando vincente ed al suo inoltro a Lotterie Nazionali S.r.l., rilasciando apposita ricevuta.

Dal 2002 non riscossi oltre 26 milioni di euro di premi della Lotteria Italia

Il rischio è di finire nella schiera dei fortunati quanto distratti vincitori che nelle ultime edizioni della Lotteria Italia hanno “dimenticato” di riscuotere la vincita.

Dal 2002 ad oggi è arrivato infatti a più di 26 milioni di euro l’ammontare dei premi non riscossi e rimasti nelle casse dello Stato.

Nell’edizione dello scorso anno, come riporta Agipronews, non è stato riscosso un tagliando da 2 milioni di euro. Il totale dei premi dimenticati ha sfiorato i 3 milioni. Due anni fa, invece, i premi di prima categoria erano stati tutti incassati. Il totale delle vincite non reclamate raggiunse comunque gli 856 mila euro.

Incredibile, poi, quanto successo nell’edizione 2008/2009. A non essere reclamato fu il primo premio da 5 milioni di euro, venduto a Roma. Il premio fu poi rimesso eccezionalmente in gioco l’anno successivo.