Per fare gli auguri di compleanno al Papa disponibili hashtag e mail


Sabato Papa Francesco compie 80 anni: i fedeli possono utilizzare i social per festeggiarlo

Il Papa sabato compie 80 anni (foto Twitter)

ROMA – Papa Francesco sabato 17 Dicembre compirà 80 anni. Il Pontefice è nato infatti il 17 dicembre 1936 a Flores, un quartiere di Buenos Aires, la capitale dell’Argentina.

In queste ore che precedono il compleanno del Papa, in Rete molti si chiedono come poter fare gli auguri di buon compleanno a Bergoglio.

Il Vaticano, che attende l’arrivo di messaggi di auguri da ogni parte del mondo, invita allora i fedeli ad utilizzare canali come i social network o la posta elettronica.

Sui social ci sono due account ufficiali: uno su Twitter (è @pontifex) e uno su Instagram (è franciscus).

La Segreteria per la comunicazione del Vaticano ha creato anche l’hashtag #Pontifex80.

Chi invece vuole inviare una mail con gli auguri può utilizzare gli indirizzi creati appositamente per l’evento.

Sono sette indirizzi, per le diverse lingue: [email protected] (latino); [email protected] (italiano); [email protected] (spagnolo/portoghese); [email protected] (inglese); [email protected] (francese); [email protected] (tedesco); [email protected] (polacco).

A chi freme per inviare gli auguri al Papa consigliamo però di aspettare almeno lo scoccare della mezzanotte, tra venerdì e sabato.

È stato lui stesso, in maniera scherzosa, a farlo presente ieri ai fedeli accorsi all’udienza generale che gli hanno fatto gli auguri in anticipo. «Vi ringrazio tutti ma nel mio Paese fare gli auguri in anticipo porta iella» ha detto loro Bergoglio.

Infine, per i più curiosi, la Sala Stampa del Vaticano fa sapere che per Papa Francesco il giorno del compleanno sarà “simile” agli altri.

Alle 8 presiderà una concelebrazione eucaristica nella Cappella Paolina con i cardinali di stanza a Roma.

Nel resto della giornata il Pontefice riceverà il presidente della Repubblica di Malta. Poi sono in programma incontri con il prefetto della Congregazione per i vescovi, il vescovo di Chur, in Svizzera, e con la Comunità di Nomadelfia.