Sanità verso l’addio alla Guardia medica


 

Chiude la Guardia Medica per far posto ai poliambulatori
Guardia Medica, il servizio che si sostituisce ai medici di base

In funzione poliambulatori sostitutivi

Il Comitato Governo-Regioni ha da poco approvato l’atto di indirizzo per la medicina generale. Secondo le previsioni scompare tanto il medico di famiglia che la guardia medica e al loro posto ci saranno studi medici cui rivolgersi nella fascia oraria 8-24 di tutti i giorni feriali (8-20 i pediatri); il sabato e la domenica la funzionalità sarà 8-20. La notte invece funzionerà per tutti il servizio 118. Niente più file per i ticket che saranno  regolati all’interno dei medesimi studi medici. L’atto di indirizzo dà il via a una sperimentazione, soprattutto concentrata nel Lazio ed è motivato dalla volontà di assicurare continuità assistenziale e chiaramente razionalizzazione dei costi. La struttura del Tribunale del malato si è già pronunciata favorevolmente, posto che sulle famiglie non vengano caricati maggiori costi degli attuali. Di parere diverso la Federconsumatori che vede nel percorso una penalizzazione di qualità e tempestività dell’assistenza e un nuovo ingolfamento dei Pronti Soccorsi, tant’è che l’atto fa esplicito riferimento all’utenza invitandola “a collaborare con i nuovi orari”, mentre gli stessi operatori parlano di necessità di aggiustamenti in corso d’opera. Che dire? Vedremo, intanto i cittadini che vogliono un servizio faranno meglio a tenersi informati.