Site icon Corriere Nazionale

Baricitinib efficace per il dolore dell’artrite reumatoide

Malattie infiammatorie croniche: in Europa sono 5 milioni le persone con diagnosi di artrite reumatoide e MICI secondo nuovi dat presentati a una Masterclass

Dolore in pazienti con artrite reumatoide precoce: secondo nuovi studi baricitinib è efficace in monoterapia e in combinazione

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su RMD Open, i pazienti con artrite reumatoide precoce (AR) in trattamento con baricitinib in monoterapia o combinato al metotrexato (MTX) hanno un sollievo dal dolore maggiore e più rapido, con miglioramenti clinicamente significativi della salute fisica rispetto alla monoterapia con metotrexato.

Lo studio, di fase 3, randomizzato, in doppio cieco, ha confrontato baricitinib con MTX nel trattamento di pazienti con AR da moderata a grave.

Nell’attuale analisi post hoc, i ricercatori hanno cercato di valutare la velocità, l’entità e il mantenimento del miglioramento del dolore nei pazienti con AR precoce senza una precedente o limitata esposizione alla terapia con farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD). Sono stati esaminati anche il dolore cumulativo e i benefici nella qualità della vita (QOL).

L’obiettivo dello studio era di valutare comparativamente la dimensione dell’effetto e il tempo al raggiungimento di risultati clinicamente rilevanti di miglioramento del dolore con baricitinib, baricitinib più MTX e MTX da solo a 1 anno, nonché di valutare il miglioramento della QOL a livello di popolazione durante questo periodo.

I pazienti arruolati nello studio RA-BEGIN avevano un’età pari o superiore a 18 anni e presentavano RA precoce in età adulta da moderata a gravemente attiva, definita secondo i criteri dell’American College of Rheumatology/European Alliance of Associations for Rheumatology (ACR/EULAR) 2010, e avevano ricevuto 3 o meno dosi precedenti di MTX.
La malattia attiva è stata definita come: almeno 6/68 articolazioni dolenti e almeno 6/66 articolazioni gonfie; un valore di proteina C-reattiva sierica ad alta sensibilità di almeno 3,6 mg/mL; e un risultato sieropositivo per il fattore reumatoide o l’anticorpo proteico anticitrullinato.

Il dolore è stato valutato su una scala analogica visiva (VAS) da 0 a 100. Durante il periodo di 52 settimane, sono stati valutati: la percentuale di partecipanti con almeno il 30%, almeno il 50% e almeno il 70% di miglioramento del dolore rispetto al basale; valori di 20 mm o meno corrispondevano a dolore lieve e di 10 mm o meno corrispondevano a nessun dolore o dolore limitato sulla scala VAS del dolore. E’ stato considerato anche il tempo per raggiungere le soglie di miglioramento del dolore.

Un totale di 588 pazienti nella popolazione intention-to-treat è stato assegnato in modo casuale in un rapporto 4:3:4 a ricevere MTX in monoterapia (somministrato per via orale una volta alla settimana; n=210), baricitinib in monoterapia (4 mg somministrati una volta al giorno; n= 159), o baricitinib 4 mg più terapia con MTX (n=215) per 52 settimane.
I risultati dello studio hanno mostrato che i pazienti che hanno ricevuto baricitinib in monoterapia o baricitinib più MTX rispetto a quelli che hanno ricevuto in monoterapia MTX hanno avuto un miglioramento statisticamente significativo del dolore rispetto al basale (p<.001 per entrambi i gruppi di trattamento con baricitinib rispetto a MTX).

Inoltre, un numero significativamente maggiore di pazienti che hanno ricevuto baricitinib in monoterapia o baricitinib più MTX rispetto a quelli che hanno ricevuto MTX in monoterapia ha mostrato miglioramenti del dolore che hanno soddisfatto soglie clinicamente significative. Alla settimana 24, il 77,9% dei pazienti (p​​=0.021 vs MTX) che hanno ricevuto baricitinib in monoterapia e l’80,8% (p<0.001 vs MTX) che hanno ricevuto baricitinib più MTX rispetto al 67,3% dei partecipanti che hanno ricevuto MTX in monoterapia hanno avuto un miglioramento significativo del 30% o più di dolore rispetto al basale.

Inoltre, un sostanziale miglioramento del dolore di almeno il 50% rispetto al basale è stato osservato nel 53,5%, 67,7% (p=0,004 vs MTX) e 69,7% (p<0,001 vs MTX) dei pazienti che hanno ricevuto rispettivamente MTX da solo, baricitinib da solo e baricitinib più MTX.

Un totale del 32,7%, 50,0% (p<0.001 per entrambi rispetto a MTX) e il 50,5% (p<0.001 rispetto a MTX) dei pazienti che hanno ricevuto rispettivamente MTX in monoterapia, baricitinib in monoterapia e baricitinib più MTX, hanno ottenuto sollievo dal dolore di almeno il 70% dal basale.
Baricitinib in monoterapia o baricitinib più MTX hanno fornito un miglioramento maggiore (variazioni della media dei minimi quadrati [LSM] dal basale, rispettivamente -43 mm e -43 mm) e più rapido (mediana, rispettivamente di 12 settimane e 8 settimane, fino a ≥70% di miglioramento, rispettivamente) sollievo dal dolore rispetto al solo MTX (LSM, -31 mm; mediana, da 20 settimane a ≥70% di miglioramento) per un periodo di 52 settimane.

Rispetto al solo MTX, baricitinib somministrato da solo o in combinazione con MTX ha ridotto o annullato il dolore per altre 9 a 10 settimane aggiuntive; guadagni simili nel benessere raggiungibile, sono stati misurati utilizzando il Patient Global Assessment (PtGA); e da 5 a 7 settimane aggiuntive con una variazione del punteggio della componente fisica dell’indagine sanitaria in forma breve (SF-36 PCS) di almeno 5 nel periodo di 1 anno.
Le limitazioni includevano: la natura post hoc dello studio; ciascuno degli endpoint dello studio è stato valutato utilizzando solo una singola misura; i sintomi riportati dai pazienti potrebbero non essere stati riportati in modo coerente.

Nel complesso, i ricercatori hanno concluso che “baricitinib ha mostrato miglioramenti rapidi e sostenuti per dolore e miglioramenti clinicamente significativi della salute fisica rispetto ai pazienti trattati con il solo MTX nell’arco di 1 anno”.

Peter C Taylor et al., Achieving pain control in early rheumatoid arthritis with baricitinib monotherapy or in combination with methotrexate versus methotrexate monotherapy. RMD Open. 2022 Mar;8(1):e001994. leggi

Exit mobile version