Corriere Nazionale

La Roma rinuncia al nuovo stadio a Tor di Valle

La As Roma rinuncia al progetto dello stadio a Tor di Valle. Per la società giallorossa "non sussistono più i presupposti per confermare l’interesse"

Corruzione e reati contro la PA per realizzare il nuovo Stadio della Roma: interviene anche il Mibact. Codacons chiede al Tar del Lazio di bloccare il progetto

La As Roma rinuncia al progetto dello stadio a Tor di Valle. Per la società giallorossa “non sussistono più i presupposti per confermare l’interesse”

La As Roma rinuncia alla realizzazione del progetto dello stadio a Tor di Valle. La decisione è contenuta in un passaggio di una delibera del cda della società giallorossa: “Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi in data odierna, sulla base degli approfondimenti condotti da advisor finanziari, notarili e legali di primario standing, nonché alla luce delle ultime comunicazioni di Roma Capitale, ha verificato che non sussistono più i presupposti per confermare l’interesse all’utilizzo dello stadio da realizzarsi nell’ambito dell’attuale progetto immobiliare relativo all’area di Tor Di Valle, essendo quest’ultimo progetto divenuto di impossibile esecuzione. Il Consiglio di Amministrazione – dopo aver esaminato le analisi svolte dagli advisor in merito alle condizioni finanziarie, economiche, giuridiche e fattuali del progetto e del relativo proponente – ha preso atto che tali condizioni impediscono di procedere ulteriormente”.

Il Cda “ha constatato, inoltre, che anche la pandemia ha radicalmente modificato lo scenario economico internazionale, comprese le prospettive finanziarie dell’attuale progetto stadio. Tale decisione è stata presa dal Consiglio di Amministrazione nell’interesse della società, ricordando che la stessa sarebbe stata la mera utilizzatrice dell’impianto, ed è stata comunicata all’Amministrazione di Roma Capitale in data odierna”.

LA SOCIETÀ: DISCUTIAMO TUTTE LE IPOTESI, COMPRESA TOR DI VALLE

La As Roma dice addio all’attuale progetto di un suo stadio a Tor di Valle ma continua a non escludere l’utilizzo di quell’area per la realizzazione dell’impianto. In un passaggio della delibera del suo cda, la società giallorossa ha spiegato che “ciò posto, la società conferma l’intenzione di rafforzare il dialogo con l’Amministrazione di Roma Capitale, la Regione e tutte le Istituzioni preposte, le Università di Roma e le Istituzioni sportive, per realizzare uno stadio verde, sostenibile ed integrato con il territorio, discutendo in modo costruttivo tutte le ipotesi, inclusa Tor di Valle, e valutando tutte le possibili iniziative a tutela degli interessi della società, di tutti i suoi azionisti e dei suoi tifosi”.

PALLOTTA: “UN GRANDE PROGETTO ROVINATO DA QUALCHE IDIOTA”

“Mi sento malissimo per la città di Roma e per la Roma. Qualche idiota (voi sapete chi sono) ha rovinato un grande progetto per tutti. Sono triste”. Questo, spiega la Dire (www.dire.it), il messaggio postato su Twitter dall’ex presidente e proprietario dell’AS Roma, James Pallotta, a commento della decisione degli attuali vertici della società giallorossa di bloccare l’attuale progetto dello stadio della Roma a Tor di Valle.

Exit mobile version