Site icon Corriere Nazionale

Tocilizumab controlla l’AIG a decorso poliarticolare

Ambulatori specialistici lontani da casa in un terzo dei casi, il 43% denuncia lunghi tempi di attesa: Apmarr denuncia le difficoltà dei pazienti reumatici

Artrite idiopatica giovanile a decorso poliarticolare: tocilizumab rende possibile un controllo aggressivo dell’attività di malattia

Il trattamento con tocilizumab ha assicurato un controllo a livello elevato dell’attività di malattia fino a 2 anni in pazienti affetti da artrite idiopatica giovanile (AIG) a decorso poliarticolare. Questo il responso di uno studio pubblicato su Arthritis & Rheumatology che ha documentato l’efficacia a lungo termine del trattamento.

“Si possono definire affetti da AIG a decorso poliarticolare i bambini con AIG poliarticolare con sieropositività/sieronegatività al fattore RF o con AIG oligoarticolare estesa. Questi pazienti – spiegano i ricercatori nell’introduzione allo studio – sono a rischio di danno articolare progressivo, disabilità funzionale e alterazioni della crescita”.

“Fino al 30% dei pazienti con AIG a decorso poliarticolare – aggiungono i ricercatori – continuano a sperimentare artrite attiva nonostante l’impiego di DMARDcs (es. MTX) e DMARDb (farmaci anti-TNF anti-CTLA-4)”.
“Un trial clinico randomizzato di fase 3 che ha impiegato l’inibitore di IL-6R tocilizumab in pazienti con AIG a decorso poliarticolare  (studio CHERISH)  – spiegano – aveva già documentato un miglioramento delle risposte AIG-ACR e che un numero significativamente più elevato di pazienti con placebo era andato incontro a recidive di malattia durante le 24 settimane di sospensione del trattamento, a suggerire che tocilizumab era in grado di migliorare i segni e i sintomi di malattia fino a 40 settimane nei bambini con risposta insoddisfacente a MTX.

Per esaminare l’efficacia e la sicurezza a 2 anni del trattamento con tocilizumab, i ricercatori hanno analizzato i dati a 2 anni dello studio CHERISH.

Nella prima parte dello studio, 188 pazienti pediatrici (2-17 anni) con AIG a decorso poliarticolare attiva, non responsivi al trattamento con MTX, sono stati trattati per 16 settimane in aperto con tocilizumab endovena.
I 166 partecipanti allo studio che avevano raggiunto almeno una risposta AIG-ACR30 a 16 settimane sono stati randomizzati al trattamento con tocilizumab o placebo nella seconda fase del trial.
I partecipanti allo studio sono rimasti nella fase 2 fino alla 40esima settimana o alla manifestazione di una recidiva di AIG.

Un totale di 160 pazienti è entrato nella terza fase del trial, durante la quale tutti i pazienti sono stati sottoposti, in aperto, a trattamento con tocilizumab.

Dopo 2 anni, i ricercatori hanno valutato l’efficacia utilizzando i tassi di risposta AIG-ACR50/70/90 e se i partecipanti allo studio avessero raggiunto lo stato di malattia inattiva e il punteggio JADAS71 (Juvenile Arthritis Disease Activity Score 71). Inoltre, è stata valutata la safety di tutta la popolazione esposta al trattamento, calcolata per 100 pazienti-anno di esposizione.

Risultati principali
Dai dati è emerso che i tassi di risposta AIGACR50/70/90 a 2 anni sono stati pari, rispettivamente, all’80,3%, 77,1% e 59,6% dei 188 pazienti trattati con tocilizumab.
Inoltre, la mediana del punteggio JADAS71 è passata da 3,6 a 40 settimane a 0,7 a 2 anni, con un 51,1% di pazienti che ha raggiunto lo stato di malattia inattiva. In tutto, 31 pazienti dei 66 che erano anche in trattamento con glucocorticoidi hanno sospeso questo trattamento.

Quanto alla safety, il tasso di eventi avversi è stato pari a 406,5 per 100 pazienti—anni, mentre quello di eventi avversi seri è stato pari a 11,1. Il tasso di infezioni è stato pari a 151,4 per 100 pazienti-anno, mentre quello di infezioni serie è stato pari a 5,2 per 100 pazienti-anno.

In sintesi
In conclusione, lo studio ha dimostrato che il miglioramento dei segni e dei sintomi di AIG a decorso poliarticolare nei bambini trattati con tocilizumab si è mantenuto nel tempo, per migliorare addirittura fino a 2 anni. Tali risultati si sono accompagnati ad un profilo di safety consistente con i dati già noti sull’impiego del farmaco in questa condizione.

Bibliografia
Brunner HI, et al. Efficacy and Safety of Tocilizumab for Polyarticular-Course Juvenile Idiopathic Arthritis in the Open-Label 2-Year Extension of a Phase 3 TrialArthritis Rheumatol. 2020;doi: 10.1002/art.41528. Leggi

Exit mobile version