Site icon Corriere Nazionale

Abolizione quota 100: Italia Viva dice ancora sì

Italia Viva prova a ricucire con il governo Conte dopo la crisi e chiede una “soluzione di ampio respiro” ma la maggioranza vede il voto

Abolizione quota 100, il deputato Faraone ribadisce la posizione di Italia Viva: “Anche i papà e i nonni sarebbero più contenti. Le risorse devono andare alle nuove generazioni”

Abolizione di quota 100, Italia Vive non cambia rotta e può mettere nei guai la nuova maggioranza giallorossa. “Ieri, fino a notte fonda, le forze di governo hanno discusso di legge di bilancio. È il caso di ribadire un concetto molto semplice ma irrinunciabile per Italia Viva: siamo radicalmente contrari all’aumento delle tasse. No all’aumento dell’Iva, no alla tassa sul gasolio, no alla tassa sui telefonini, no alla tassa sulle merendine… lo ribadiamo così magari smettono di proporceli altre volte”. Lo scrive su facebook Davide Faraone, capogruppo Italia viva al Senato, come riferisce l’Agenzia Dire (www.dire.it).

“Sì al taglio delle spese inutili- aggiunge-, le cosiddette spese intermedie sono troppo alte nel nostro Paese, riportiamole al livello del governo Renzi ed avremo recuperato i 10 miliardi che servono per le coperture. Infine diciamolo con chiarezza, quota 100 rafforza la pensione di chi una pensione ce l’ha già, mentre ci sono generazioni, quelle nate dagli anni ’70 in poi, che rischiano di non averle o averle da fame. Le risorse destinate a quota 100 devono andare alle nuove generazioni, ai lavoratori, alle famiglie. Anche i papà e i nonni sarebbero più contenti”.

Conte: “Su quota 100 siamo ai dettagli”

“La maggioranza è compatta. Ieri c’era “un ottimo clima di lavoro, ci stiamo “confrontando, non c’è nessun conflitto”. Lo dice il premier Giuseppe Conte ad Avellino. Per quanto riguarda “quota 100 – prosegue – è una delle misure su cui stiamo lavorando e continueremo a lavorare. Se riusciremo, come confido, già in queste ore, a risolvere qualche altro piccolo dettaglio potremo andare questa sera in Consiglio dei ministri, altrimenti come sapete il termine è domani”.

Conte fa poi sapere che “l’Iva non verrà rimodulata”. E aggiunge: “Abbiamo, inoltre, trovato delle risorse e questo senza rimodulare l’iva. Queste ulteriori risorse ci permetteranno già di dare un segno della direzione politica di marcia di questo governo”, aggiunge.

I 5 stelle non ci stanno

“Il Movimento cinque stelle non voterà mai una legge di Bilancio che ripristina la Fornero. Se lo volete raccontarlo ai colleghi di governo del Pd e di Italia Viva fatelo pure: il messaggio è chiaro”. Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, a Palermo, conversando con i giornalisti a margine della presentazione del progetto ‘Milleperiferie’.

“Il M5s non darà mai i voti per una legge di bilancio che elimina quota 100 e crea esodati”. Inoltre, “in parlamento non ci sono i voti per abolire quota 100. Questa, resterà una poco felice fantasia di Italia viva”. Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in Lussemburgo.

Exit mobile version