Site icon Corriere Nazionale

Takeda assegna incarico a Barbara Capaccetti

Takeda investe 16 milioni di euro nello stabilimento di Pisa

Case farmaceutiche: Barbara Capaccetti è stata recentemente nominata Medical & Regulatory Director di Takeda Italia

L’area Medical & Regulatory di Takeda Italia è molto cresciuta negli ultimi anni e vuole rivestire un ruolo sempre più strategico e fornire il proprio contributo al processo di trasformazione del Sistema Sanitario del Paese. “Questa evoluzione – ha commentato Barbara Capaccetti, recentemente nominata Medical & Regulatory Director di Takeda Italia – richiede capacità non solo tecniche, ma di leadership adattativa e di visione strategica: la mia ‘regola’ nel nuovo incarico sarà quella di creare valore per i nostri interlocutori, grazie alle competenze e progettualità messe a disposizione dall’azienda, e a partnership pubblico-privato sempre più solide, nelle quali credo molto”.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Oncologia Medica presso L’Università Sapienza di Roma, Capaccetti ha cominciato il suo percorso professionale come Medico Oncologo presso l’Ospedale San Filippo Neri della città capitolina. La sua carriera è poi proseguita all’interno di aziende farmaceutiche multinazionali, dove ha ricoperto ruoli diversi in numerose aree terapeutiche: dalle malattie infettive all’immunologia, dalle malattie cardiovascolari alla terapia del dolore. Ha assunto posizioni di responsabilità in Pfizer, dove è stata nominata Country Medical Director Italia e Presidente di Fondazione Pfizer, ed è stata Executive Country Medical Director in MSD Italia.

“Non si cura la malattia, ma il paziente – ha proseguito Capaccetti – È questo il principio che porto sempre nel mio lavoro e che cerco di trasferire alle persone con cui collaboro. Per questo la mia mission in Takeda Italia sarà anche quella di contribuire a una visione organica del percorso di pazienti e caregiver, che parta dal loro ascolto. L’esperienza clinica e quella maturata all’interno delle aziende farmaceutiche mi hanno permesso di acquisire una profonda consapevolezza di cosa significhi contribuire al benessere dei pazienti, dell’importanza della ricerca e dell’equo accesso alle nuove terapie”.

La solidità scientifica si conferma uno degli obiettivi della Direzione Medica, affinché Takeda Italia, attraverso l’utilizzo del digital e dei big data, continui ad essere un affidabile punto di riferimento per tutti i suoi stakeholders negli ambiti terapeutici in cui è impegnata.

“Negli ultimi anni Takeda ha costruito una forte pipeline focalizzata su aree terapeutiche che hanno ancora urgenti necessità, non solo terapeutiche, come le malattie rare – ha sottolineato Annarita Egidi, Amministratore Delegato di Takeda Italia – e sono convinta che l’arrivo di Barbara contribuirà all’impegno di Takeda Italia di migliorare non solo la gestione delle patologie ma, soprattutto, la qualità di vita dei pazienti e di chi se ne prende cura”.

Exit mobile version