Site icon Corriere Nazionale

Le nuove frontiere della Didattica Digitale

La Dad, la didattica a distanza, secondo le famiglie italiane: da un'indagine del Cnr emerge un quadro in chiaroscuro

didattica digitale

La pandemia di COVID-19 ha rivoluzionato in maniera irreversibile le metodologie di apprendimento sia scolastico che universitario, rompendo il paradigma delle lezioni in classe tenute da un docente davanti ad una platea di studenti come unico modo di insegnamento.

La formazione a distanza è quindi diventata essenziale rendendo l’e-learning una delle tendenze in costante crescita nel 2021 su scala globale a causa delle restrizioni che costringono gli studenti di qualsivoglia corso o master ad usufruire di strumenti di apprendimento online.

Come dettagliato dall’articolo di Ahsan Zafeer sul sito Websiterating, l’e-learning raggiungerà un valore globale di circa 457.8 miliardi di dollari entro il 2026 con una quota di mercato da parte della Cina di circa il 23%.

La superpotenza asiatica sta infatti attuando politiche di informatizzazione dell’istruzione dal 2017 tramite partnership fra compagnie pubbliche e private come TaoBao Education, costola di Alibaba e Zuoyebang.

Secondo uno studio effettuato dall’Università del Potomac, inoltre, il 70% degli studenti ritiene che l’insegnamento online sia di gran lunga più formativo di quello in classe, mentre Deloitte ha stimato che il 75% degli insegnanti scolastici crede che i materiali di apprendimento digitale rimpiazzeranno quelli stampati.

L’efficacia dei metodi di e-learning è stata inoltre riconosciuta dalla American Society for Training and Development, la quale ha eseguito un campionamento di mercato su più di 2500 società americane rilevando che, a fronte di un investimento di 1500 dollari annui per dipendente, il profitto ottenuto è stato circa del 24%.

I corsi di e-learning sono inoltre maggiormente sostenibili a livello ambientale riducendo le emissioni di CO2 di circa l’85% rispetto alla formazione tradizionale carta e penna, come riferito da uno studio di Open University.

L’aspetto più interessante è inoltre nella produttività degli studenti, i quali riescono ad assimilare una quantità di informazioni fino a 5 volte maggiore dei loro colleghi che non usufruiscono di questa possibilità. L’apprendimento diviene infatti decisamente più individuale, con un miglioramento netto nelle capacità di divide et impera, dividendo ed esemplificando un concetto prima per poi riunire tutte le informazioni con una comprensione di insieme dopo.

Molti sono i protagonisti del mondo dell’insegnamento che negli ultimi anni hanno dovuto adattare le loro strategie e metodologie didattiche a fronte di una rivoluzione digitale già parzialmente in atto in periodo pre-pandemia.

Tra di loro figurano sia aziende di grosso calibro il cui obiettivo è mettere in relazione studenti in cerca di aiuto con esperti tutor del settore, sia gli stessi insegnanti che si affidano alle suddette aziende per pubblicizzare le proprie competenze sfruttando le migliori piattaforme attualmente sul web.

E sono davvero tanti i genitori e gli studenti disposti ad affidarsi completamente ai professionisti della didattica digitale per colmare le proprie lacune o quelle dei loro figli.

Una delle piattaforme emergenti che si occupa della gestione dei rapporti tra studenti e insegnanti e di assegnare i migliori tutor disponibili a chi cerca lezioni private è la startup My Digital Prof. Tra le caratteristiche principali del servizio è presente la possibilità di selezionare, assieme all’aiuto di un operatore, il profilo più adatto alle proprie esigenze tra quelli presenti sul sito a seconda della materia e del livello di studio richiesto.

Sulla stessa linea strategica, molte altre realtà emergenti tentano oggi di offrire al cliente una scelta di insegnanti sempre più variegata, con profili sempre più appetibili corredati da recensioni e descrizioni che tentano di trasmettere la professionalità e competenza che il cliente medio di oggi cerca.

Non è sbagliato quindi definire queste piattaforme i veri e propri Tripadvisor delle ripetizioni, dove all’utente viene offerta un’esperienza di ricerca davvero coinvolgente ed affidabile.

Se vogliamo dunque osservare i segnali che ci illustrino dove effettivamente si stia dirigendo il mercato attuale delle lezioni private, constatiamo come tanti fattori stiano decisamente trasformando il modo di fare didattica.

Un mondo prepotentemente indirizzato verso un insegnamento digitale, le cui potenzialità sono state evidenziate dalla pandemia e non affossate da essa, come inizialmente ci si attendeva. Un settore che dunque sta semplicemente seguendo le orme della società che ne usufruisce, dove internet si afferma sempre di più come il miglior erogatore di servizi nel mondo.

Exit mobile version