Site icon Corriere Nazionale

Eczema cronico della mano: bene delgocitinib crema

Eczema cronico mani: bene delgocitinib in crema

Eczema cronico della mano, al via due studi registrativi di fase III con delgocitinib in crema, inibitore sperimentale topico delle Janus chinasi

Per i pazienti adulti con eczema cronico della mano da moderato a grave sono stati avviati due studi clinici registrativi di fase III con delgocitinib in crema, un inibitore sperimentale topico delle Janus chinasi, come comunicato da LEO Pharma, la compagnia danese che sta sviluppando la molecola.

L’eczema cronico della mano è definito da una durata maggiore di tre mesi o dal verificarsi di recidive due o più volte nel corso di un anno. È il disturbo cutaneo più comune delle mani e si stima che colpisca circa l’1-5% della popolazione generale, con un tasso annuale di prevalenza di circa il 10%. Si tratta di una condizione infiammatoria e non infettiva delle mani e dei polsi e può provocare prurito, vesciche, gonfiore e dolore così gravi da compromettere la capacità di lavorare. In un numero considerevole di soggetti può diventare una condizione cronica.

Delgocitinib, un inibitore sperimentale topico pan-Janus chinasi (JAK) blocca l’attivazione della via JAK-STAT, che svolge un ruolo chiave nel sistema immunitario nel guidare la fisiopatologia delle malattie cutanee infiammatorie croniche. La famiglia JAK delle tirosina chinasi contribuisce a mediare gli effetti biologici di diverse citochine infiammatorie, come le interleuchine 4, 13 e 31, che sono presenti in livelli elevati nei pazienti con dermatite atopica.

Il farmaco inibisce tutti i membri della famiglia JAK (JAK1, JAK2, JAK3 e tirosina chinasi 2). La formulazione topica è approvata in Giappone per il trattamento della dermatite atopica ed è in fase di sviluppo clinico anche per l’alopecia areata, il lupus eritematoso discoide, la psoriasi inversa e la dermatite atopica.

«Siamo stati incoraggiati dai risultati positivi di delgocitinib crema nelle sperimentazioni cliniche di fase IIb e non vediamo l’ora di verificare se può offrire benefici ai pazienti adulti grazie a un programma più apio di sviluppo clinico avanzato», ha dichiarato il responsabile dello sviluppo globale della compagnia Jörg Möller. «Siamo impegnati nello sviluppo di terapie innovative che possono aiutare a migliorare la vita dei pazienti che necessitano di più opzioni di trattamento per le malattie della pelle».

Avviati due studi registrativi di fase III
I due studi clinici DELTA 1 e DELTA 2, multicentrici, randomizzati, in doppio cieco e controllati con veicolo, valuteranno l’efficacia di due applicazioni giornaliere di delgocitinib crema 20 mg/g rispetto al solo veicolo negli adulti con eczema cronico della mano da moderato a grave.

L’endpoint primario dei trial è il raggiungimento dopo 16 settimane di un punteggio di 0/1 (pelle libera o quasi libera da lesioni) nell’Investigator’s Global Assessment (IGA), con un miglioramento di almeno due punti rispetto al basale.

Gli endpoint secondari chiave alla settimana 16 includono la riduzione di almeno 4 punti dei punteggi di prurito e dolore misurati grazie all’Hand Eczema Symptom Diary (HESD) dal basale alla settimana 16, nonché un miglioramento di almeno il 75% e di almeno il 90% rispetto al basale dell’Hand Eczema Severity Index (HECSI). L’endpoint chiave di sicurezza sarà il numero di eventi avversi emergenti dal trattamento per paziente dal basale alla settimana 16.

«La gestione dell’eczema cronico della mano è impegnativa per via delle limitate opzioni di trattamento disponibili per l’utilizzo cronico» ha affermato Sibylle Schliemann dello University Hospital di Jena, in Germania e responsabile del team di ricercatori per il trial DELTA 2. «Questi studi valuteranno se delgocitinib in crema può rappresentare una nuova opzione di trattamento per questi pazienti».

Diritti esclusivi per delgocitinib per uso topico
Nel 2014, grazie a un accordo di licenza, LEO Pharma ha acquisito i diritti esclusivi per sviluppare e commercializzare delgocitinib per uso topico nelle indicazioni dermatologiche in tutto il mondo, ad esclusione del Giappone, dalla compagnia nipponica Japan Tobacco, che ha sviluppato la molecola per il trattamento delle malattie autoimmuni e dell’ipersensibilità, comprese le condizioni infiammatorie della pelle.

Nel 2020 la farmaceutica danese ha completato uno studio clinico multicentrico randomizzato di fase IIb per la determinazione della dose di delgocitinib per uso topico due volte al giorno per il trattamento degli adulti con eczema cronico della mano da moderato a grave. I risultati sono stati presentati al congresso virtuale della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) 2020 e i dati delle valutazioni HECSI effettuate durante la sperimentazione sono stati esposti al recente congresso dell’American Academy of Dermatology (AAD) 2021.

Bibliografia

Worm M et al. The topical pan-JAK inhibitor delgocitinib cream demonstrates dose response in a 16-week phase 2b trial in chronic hand eczema. Presented during the Late Breaking News session of the European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) Virtual 2020 on 29 October 2020.

Soerensen P et al. A phase 2b trial evaluating the efficacy of delgocitinib cream for the treatment of chronic hand eczema (CHE) using and validating the Hand Eczema Severity Index (HECSI). E-poster presented at the American Academy of Dermatology Virtual Meeting Experience (AAD VMX) 23-25 April 2021.

Exit mobile version