Corriere Nazionale

Fidia acquista farmaci antinfiammatori da Sanofi

Azitromicina riduce riacutizzazioni di HCLD

Fidia farmaceutici firma un accordo con Sanofi per l’acquisizione di antinfiammatori e si rafforza nel mercato dei medicinali con obbligo di ricetta

Fidia Farmaceutici ha annunciato la firma di un accordo con il gruppo francese Sanofi che prevede l’acquisizione di un portfolio integrato di farmaci antinfiammatori.

L’azienda, con questa operazione, oltre ad ampliare ulteriormente la propria offerta di prodotti e specialità, estende la sua presenza nell’ambito dei farmaci da prescrizione, consolidando la leadership nell’area Osteoarticolare e rafforzando il business in area Dermatologica.

La firma giunge dopo un selettivo procedimento competitivo avviato nel corso del 2020 che ha portato Sanofi a individuare Fidia tra le diverse aziende in gara. E che evidenzia la capacità dell’azienda di saper guardare al futuro ed essere in grado di cogliere le opportunità anche in concomitanza con l’emergenza sanitaria globale.

Con il completamento dell’operazione, ora condizionata al via libera da parte dell’Autorità Antitrust e di quelle governative, Fidia acquisirà le registrazioni, i marchi e i relativi diritti commerciali di sette prodotti (Urbason: compresse orali e forme iniettabili; Esperson, Topicorte, Flubason, Dermatop: forme topiche; Surgam: compresse orali e supposte; Flebocortid: forme iniettabili), brand leader nei propri segmenti, che nel 2019 hanno registrato vendite a livello mondiale superiori ai 40 milioni di euro.

Nello specifico, la nuova offerta comprende quattro corticosteroidi e un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS), già ampiamente utilizzati per trattare una vasta gamma di patologie in diverse aree terapeutiche.

I marchi parte dell’accordo verranno commercializzati in Europa (con particolare focus sull’Italia), in Brasile, Marocco, Tunisia, Turchia, Libano, Tailandia e nei Paesi dell’Africa sub-sahariana, aree dove il Gruppo farmaceutico italiano potrà pertanto rafforzare la propria presenza.

“L’acquisizione – spiega Carlo Pizzocaro, Presidente e Chief Executive Officer di Fidia Farmaceutici – conferma la nostra volontà, nonostante la dura sfida lanciata dal Covid-19, di continuare a investire sul core business farmaceutico in un percorso di espansione internazionale, non solo grazie al consolidamento nelle aree in cui siamo già leader, ma anche attraverso un posizionamento più solido in conseguenza all’ingresso in differenti aree terapeutiche. Inoltre, l’acquisizione rappresenta un’opportunità di rafforzamento delle risorse manageriali nell’ambito di un percorso organico di sviluppo dell’azienda: ancora una volta una crescita che si caratterizza dalla capacità di saper affrontare, nel lungo termine, le sfide e cogliere le opportunità di domani, anche nell’attuale contesto.”

“Poter contare su un portfolio di prodotti consolidati rappresenta da sempre un importante driver di crescita per Sanofi. Tuttavia, nell’ambito di una strategia globale di trasformazione della nostra azienda, stiamo rifocalizzando i nostri sforzi per aprire la strada a nuove opportunità, che potranno avere un importante impatto positivo sulla salute di milioni di persone cui ci rivolgiamo” commenta Olivier Charmeil, Executive Vice President, General Medicines di Sanofi. “Al completamento del percorso autorizzativo in corso, l’accordo siglato oggi con Fidia Farmaceutici garantirà ai pazienti continuità di accesso a questi sette prodotti, consentendoci al contempo di ottimizzare ulteriormente il nostro modello operativo attraverso la strategia “Play to Win.”

Exit mobile version