Corriere Nazionale

Due italiani ai vertici della Confindustria Mozambico

La Camera di Commercio Mozambico-Italia ai vertici della Confindustria del Mozambico: Simone Santi e Dina Pascolini nominati a Risorse Naturali ed Energia e sezione Sicurezza

La Camera di Commercio Mozambico-Italia ai vertici della Confindustria del Mozambico: Simone Santi e Dina Pascolini nominati a Risorse Naturali ed Energia e sezione Sicurezza

Si è tenuta nei giorni scorsi a Maputo – pur con le limitazioni legate alla emergenza sanitaria – la cerimonia ufficiale di nomina dei Presidente e dei Vice Presidenti della CTA (Confederação das Associações Económicas de Moçambique), la “Confindustria” del Mozambico, che riunisce le principali realtà economiche attive nel Paese.

Gli straordinari rapporti tra Italia e Mozambico – che spaziano da una dimensione storica e culturale fino al ruolo di protagonisti nel Paese assunto negli anni più recenti da molte aziende italiane – hanno trovato conferma nelle scelte della Confederazione.

In particolare la Camera di Commercio Mozambico-Italia (CCMI) ha visto riconosciuta la propria centralità grazie alla nomina in due posizioni chiave: il Presidente della CCMI Simone Santi (fondatore di Leonardo Group e attivo nel Paese da moltissimi anni a supporto degli investitori italiani) è stato riconfermato Presidente della sezione Risorse Naturali ed Energia, strategica per il Paese e per i rapporti con l’Italia, in considerazione dello sviluppo del settore oil & gas ed in particolare del ruolo di ENI nei progetti Coral South e Rovuma LNG per la produzione e liquefazione di gas.

Altrettanto importante la nomina di Dina Pascolini (Branch Manager di Renco in Mozambico, tra le realtà italiane più attive nel Paese e tra i membri più rappresentativi della CCMI), che assume la carica di Vice Presidente della sezione Sicurezza, volta alla tutela e alla protezione delle imprese private.

Exit mobile version