Corriere Nazionale

Presidenziali USA: Trump e Biden appesi al voto postale

Con la vittoria in Pennsylvania annunciata dalla CNN Joe Biden eletto 46° presidente degli Stati Uniti: a New York festa di clacson e pentole

Elezioni presidenziali Usa, la battaglia è aperta: per decretare il vincitore tra Trump e Biden sarà decisivo lo spoglio del voto postale

Voto dopo voto, gli Stati Uniti cercano di capire chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca. L’election night non ha restituito un vincitore certo, i risultati sono deludenti per il democratico Joe Biden che vede le sue possibilità di vittoria appese allo spoglio del voto postale mentre già arrivano da parte di Trump le accuse di brogli.

Al momento, spiega la Dire (www.dire.it), restano da assegnare ancora pochi stati. Biden guida nel Maine, in Arizona e in Nevada, dove però la differenza tra i due candidati si sta assottigliando. Trump è davanti in Michigan e in Pennsylvania, mentre Wisconsin, North Carolina e Georgia sono ‘too close to call’, ancora in bilico.

Per definire chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti sarà quindi necessario aspettare che si completi lo spoglio del voto postale, un’operazione che potrebbe richiedere giorni.

LEGGI ANCHE: Chi sono i grandi elettori e come funzionano le elezioni negli Stati Uniti

Cosa serve a Biden per vincere

Fox News News attribuisce a Joe Biden 238 grandi elettori contro i 213 per Donald Trump, mentre e’ piu’ cauta la Cnn che da’ in vantaggio Biden di 224 grandi elettori a 213. Ancora non assegnati dai network americani quelli relativi alla Pennsylvania (20), Michigan (16), Georgia (16), North Carolina(15), Wisconsin (10), Nevada (6), Maine-2 (1)e Alaska (3).

In Alaska, che ha chiuso i seggi da poco, e’ probabile una vittoria di Trump, che e’ in vantaggio anche per accaparrarsi l’ultimo grande elettore del Maine, mentre il risultato negli altri Stati e’ piu’ incerto. Se l’ex vice-presidente democratico vincesse in Nevada, dove e’ in vantaggio, arriverebbe a 244 grandi elettori e per entrare alla Casa Bianca gli basterebbe poi vincere in Michigan (che consegna 16 grandi elettori) e Wisconsin (che ne attribuisce 10). Qui, e’ da poco passato in testa.

In questo scenario a Biden non servirebbe quindi conquistare Georgia e Pennsylvania, entrambi stati ancora in bilico. Lo stimato sondaggista Nate Silver in un tweet da poco pubblicato ha scritto che con il suo modello di previsione, se si considerano Nevada e Wisconsin come “probabilmente di Biden”, il North Carolina come “probabilmente di Trump”, e la Georgia, la Pennsylvania e il Michigan come “in bilico”, Biden ha l’83% di chances di vittoria.

Exit mobile version