Site icon Corriere Nazionale

Farmaci tumore al seno: Gilead compra Immunomedics

Gilead Sciences ha annunciato di aver esercitato le sue opzioni su quattro programmi clinici di Arcus Biosciences per farmaci antitumorali

Gilead Sciences chiude un accordo per quasi 21 miliardi di dollari per l’acquisto della biotech Immunomedics e del suo farmaco per il tumore al seno

Gilead Sciences ha concluso un accordo per quasi 21 miliardi di dollari per l’acquisto della biotech Immunomedics e del suo prezioso farmaco per il cancro al seno.

Prima dell’accordo, Immunomedics aveva un valore di mercato di circa 10 miliardi di dollari e il prezzo delle azioni quest’anno è già a salito del 99%.

Con sede in Usa a Morris Plains, nello stato di New York, Immunomedics ha sviluppato e commercializza il Trodelvy (acituzumab govitecan-hziy), un farmaco già approvato per il cancro al seno triplo negativo, la forma più difficile da trattare e più bisognosa di nuove cure. Approvato dall’Fda nel mese di aprile, è il primo coniugato anticorpo-farmaco (ADC) che prende di mira l’antigene Trop-2, così come il primo ADC approvato negli Stati Uniti per questa indicazione.

Oltre al cancro al seno triplo negativo, Trodelvy è anche valutato in uno studio di Fase 3 come terza linea di trattamento per il cancro al seno HR+/HER2- ed è in uno studio di Fase 2 per la registrazione nel cancro alla vescica. Ulteriori studi in corso stanno valutando il potenziale di Trodelvy come trattamento per il cancro ai polmoni non a piccole cellule e altri tipi di tumori solidi.

Trodelvy è in fase di studio sia come monoterapia che in combinazione con gli inibitori dei checkpoint e altri farmaci non immuno-oncologici, da parte di Immunomedics e investigatori indipendenti. Ulteriori dati clinici sul farmaco saranno presentati all’ESMO la prossima settimana.

Nei primi due mesi sul mercato, Trodelvy ha registrato vendite nette di 20,1 milioni di dollari e nel 2022, la società di analisi di mercato Jeffrey ne prevede vendite per quasi $500 mln.

Da anni Gilead cerca di costruire un portafoglio di terapie oncologiche e l’acquisizione di Immunomedics, seppure a caro prezzo, le darà una base consolidata in questo settore. La società di Foster City, in California, è nota soprattutto per i suoi farmaci per l’epatite C e le terapie contro l’Hiv e per i farmaci a base di CAR-T. Più di recente, è balzata alla ribalta per il farmaco antivirale remdesivir che l’Fda e l’Ema hanno autorizzato per l’uso  contro il Covid-19.

L’amministratore delegato di Gilead, Daniel O’Day, che ha preso il timone nel marzo 2019, da allora ha concluso svariati accordi volti a rafforzare il portafoglio della società. Nel 2019, la società ha investito più di 5 miliardi di dollari in una partnership con la società biotecnologica belga Galapagos NV. All’inizio di quest’anno, ha pagato circa 5 miliardi di dollari per la società biotech Forty Seven e il suo farmaco sperimentale magrolimab studiato in alcune patologie ematologiche.

Exit mobile version