Corriere Nazionale

Ufficiale: la PlayStation 5 arriva a Natale 2020

Le novità dell’aggiornamento di PlayStation 5 disponibile per il download da oggi: dalla memoria di archiviazione alla personalizzazione

È ufficiale: PlayStation 5 arriva a Natale 2020. Insieme alla console “amica dell’ambiente” anche un nuovo controller

La tanto attesa conferma ufficiale è arrivata: PlayStation 5 uscirà a fine 2020, giusto in tempo per Natale. Lo dichiara Jim Ryan, presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment, sul blog ufficiale PlayStation. Anche se la notizia era ormai nell’aria da diverso tempo, a sorprendere i fan è quel qualcosa in più che accompagna l’annuncio: un nuovo controller.

“Uno dei nostri obiettivi per la prossima generazione è quello di approfondire la sensazione di immersione quando giochi”, scrive Jim sul blog “e abbiamo avuto l’opportunità con il nostro nuovo controller di reinventare come il senso del tatto può aggiungere di più a quell’immersione”.

Per farlo, spiega l’Agenzia Dire Giovani (www.diregiovani.it) sono state introdotte due innovazioni chiave: una tecnologia tattile al posto del “rumble” per sentire una gamma più ampia di feedback e “trigger adattivi” incorporati nei pulsanti L2 / R2, per permettere agli sviluppatori di videogame di personalizzare la sensazione tattile.

Amica dell’ambiente

Tecnologica, rivoluzionaria e, soprattutto, eco-sostenibile: la nuova PlayStation 5 sarà “green”.

La PlayStation 5 includerà la possibilità di sospendere il gameplay con un consumo energetico molto più basso rispetto alla PS4.
In numeri, se 1 milione di utenti abilitasse questa funzione, si risparmierebbe l’equivalente dell’utilizzo medio di elettricità di 1.000 case statunitensi.

Una console ad alta efficienza energetica, dunque, che ridurrà i consumi in modalità stand-by dagli 8,5 W della PS4 a 0,5 W con la PS5.

Ma l’impegno di Sony per l’ambiente va oltre.
Il colosso dell’intrattenimento si è unita ai leader del settore videoludico per contribuire agli sforzi per l’ambiente del comitato delle Nazioni Unite  attraverso un nuovo partenariato, l’alleanza Playing for the Planet.
Ne fanno parte, tra gli altri, Sony Interactive Entertainment, Microsoft, Google Stadia, Rovio, Supercell, Sybo, Ubisoft e WildWorks.

Exit mobile version