Site icon Corriere Nazionale

Ancora frodi sul cibo bio: maxi sequestri dei Nas

Da Rimini a Catania decine di controlli dei Carabinieri del NAS nell’ambito sanitario: il bilancio con denunce e sequestri

Il bilancio dei controlli effettuati tra marzo e maggio dai Nas dei Carabinieri sulla filiera del biologico: sequestrate 100 tonnellate di cibo bio

Non si fermano le frodi nel settore biologico e a dimostrarlo c’è l’ultimo bilancio dei Carabinieri del Nas. Oltre 100 tonnellate di cibo bio irregolare sequestrato e 1.500 confezioni di alimenti non idonei alla commercializzazione a causa dell’etichettatura, della tracciabilità o per ragioni igieniche e di scadenza sono alcune delle irregolarità emerse da 186 controlli effettuati tra marzo e maggio.

I militari hanno anche accertato 31 irregolarità presso altrettante aziende ed esercizi commerciali, e hanno contestato 49 violazioni amministrative per un ammontare complessivo di 55 mila euro di sanzioni.

Nonostante questi episodi aumentano del 10,5% le vendite di prodotti alimentari biologici in Italia con un trend positivo ininterrotto da un decennio secondo una analisi della Coldireti su dati Nielsen relativi al primo quadrimestre del 2018 negli Iper e supermercati.

Sei italiani su dieci nell’ultimo anno hanno messo nel carrello della spesa cibo bio e la top ten dei prodotti alimentari biologici più venduti in termini di valore nel 2018 comprende le uova, i panetti croccanti, le confetture di frutta, i sostituti del latte, l’extravergine, il latte fresco, la pasta di semola integrale, farro e kamut, la frutta secca senza guscio, lo yogurt intero e i biscotti, secondo elaborazioni su dati Nielsen.

La crescita della domanda di cibo bio ha spinto l’aumento delle produzioni nazionali su 1,8 milioni di ettari e tra le colture con maggiore incremento ci sono gli ortaggi (+48,9%), i cereali (+32,6%), la vite (+23,8%) e l’olivo (+23,7%).

A livello territoriale la maggiore estensione delle superfici è registrata in Sicilia con 363.639 ettari, cui seguono la Puglia con 255.831 ettari e la Calabria con 204.428 ettari.

Exit mobile version