Corriere Nazionale

Settimana dell’Innovazione: la Ministra Fedeli vola a Pechino

La Corte dei Conti ha certificato l’ipotesi di rinnovo del contratto del comparto del settore Istruzione e Università, che comprende Scuola, Università, Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), Ricerca, siglata lo scorso 9 febbraio.

In programma incontri e seminari per rafforzare la cooperazione tra i due Paesi

La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli

ROMA – Dal 12 al 14 Novembre la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli si recherà a Pechino, in occasione dell’ottava edizione della “Settimana della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione Italia-Cina”. In particolare, domenica 12 novembre la Ministra visiterà la Scuola Italiana d’Ambasciata di Pechino e incontrerà la comunità scientifica e accademica italiana in Cina presso l’Istituto Italiano di Cultura. Lunedì 13 novembre si svolgerà l’incontro tra la Ministra e il suo omologo, il Ministro della Scienza e della Tecnologia Wan Gang. La visita si concluderà martedì 14 novembre con l’inaugurazione della Settimana dell’Innovazione italo-cinese, evento che si tiene ad anni alterni nei due Paesi, nel segno di un dialogo costante sui temi dell’innovazione tecnologica e della ricerca scientifica.

La Settimana dell’Innovazione Italia-Cina prevede l’organizzazione di oltre 30 seminari tematici e 600 incontri per favorire il networking e la nascita di nuovi partenariati scientifici, tecnologici e produttivi tra interlocutori italiani e cinesi.

In questa occasione verranno illustrati i risultati dei progetti di ricerca finanziati dai due Paesi – in Italia grazie ad una sinergia tra Miur, Maeci, Ministero della Salute e Ministero dell’Ambiente – per una reale e concreta azione di cooperazione. Progetti congiunti su sfide scientifiche di rilevanza strategica e sociale comuni nel settore delle biotecnologie e della medicina, delle nano-scienze e dei materiali avanzati, della fisica delle particelle, dell’aerospazio e dell’urbanizzazione sostenibile. Saranno poi programmate le aree tematiche su cui si concentrerà il prossimo avviso congiunto da pubblicare con le Autorità di Pechino nel 2018, per raccogliere nuovi progetti scientifici bilaterali da finanziare nel triennio successivo.

Exit mobile version