Corriere Nazionale

Il maltempo colpisce la Toscana: situazione critica a Grosseto e Arezzo

Non solo danni, la pioggia dell'ultima ondata di maltempo è benvenuta per scongiurare l’allarme siccità al Sud dove nei principali invasi mancano 500 miliardi di litri di acqua

Allagamenti e numerosi interventi dei Vigili del Fuoco sul territorio regionale

Diversi sottopassi allagati dopo l’ondata di maltempo

GROSSETO – Dopo settimane di siccità il maltempo è arrivato sull’Italia e con esso anche disagi e danni nelle zone più colpite. Piogge forti e temporali, associati anche a colpi di vento e grandinate, dalla notte hanno interessato il Centro-Nord con la situazione più critica che si registra in Toscana.

Due le province più colpite, quella di Grosseto e quella di Arezzo. In quest’ultima sono stati numerosi gli interventi dei Vigili del fuoco del Comando in ambito cittadino. Anche a Grosseto, dove è stato trattenuto in servizio il turno smontante, si segnalano un centinaio di richieste di soccorso dalla zona di Follonica dove ci sono scantinati allagati e veicoli bloccati nei sottopassi. I sommozzatori del nucleo di Grosseto hanno verificato che all’interno delle auto sommerse non vi fosse nessuno.

Più a Nord, il maltempo ha causato problemi in provincia di Sondrio, al confine con la Svizzera, per una frana di grosse dimensioni che ha costretto alla chiusura di numerose strade percorse dai frontalieri.

Per la giornata di oggi rimane l’allerta arancione per rischio idrogeologico sui settori settentrionali della Lombardia, il territorio di Toscana e Umbria, nonché buona parte del Veneto, con allerta gialla su Piemonte nord-occidentale, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Lazio, restanti settori del Veneto e Marche settentrionali.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Exit mobile version