Corriere Nazionale

Italiano picchiato a morte a Lloret de Mar: diffuso il video dell’aggressione

lloret de mar giovane discoteca aggressione pestaggio video

I tre russi sono stati arrestati dalla polizia spagnola

Nel filmato della sicurezza interna della discoteca il pestaggio dei 3 russi che hanno ucciso il 22enne

Il filmato che mostra il pestaggio del giovane italiano

LLORET DE MAR – Potrà aiutare a chiarire le responsabilità della morte di Niccolò Ciatti, il giovane fiorentino picchiato a morte da tre russi in una discoteca della Costa Brava, il video diffuso dal quotidiano spagnolo El Periodico. Nel filmato delle telecamere di videosorveglianza del St Trop, il locale di Lloret de Mar, dove Niccolò era in vacanza con gli amici, si vede uno dei tre giovani russi che lo colpisce con un violento calcio alla testa.

Sarebbe proprio questo il colpo che è stato fatale al giovane, che viveva a Scandicci e lavorava al mercato di San Lorenzo al banco di ortofrutta della famiglia.

La polizia spagnola subito dopo la violenta aggressione ha arrestato nel lungomare della cittadina spagnola, meta di migliaia di giovani d’estate, tre ragazzi russi di 20, 24 e 26 anni. Sono accusati di omicidio e ora ad incastrarli c’è anche il video della sicurezza interna della discoteca.

Niccolò, dopo essere stato picchiato all’interno del locale, è stato dapprima soccorso dagli amici e poi trasportato in ambulanza all’ospedale Josep Trueta di Girona. Le condizioni del giovane fiorentino erano apparse subito disperate e la corsa verso la struttura ospedaliera è stata inutile. A causare il decesso secondo le prime ricostruzioni sarebbe stata un’emorragia cerebrale, conseguenza dei calci e dei pugni scagliati con violenza dai tre russi.

La famiglia di Niccolò ha raggiunto intanto la località turistica spagnola e anche la Farnesina segue da vicino il caso. A Lloret de Mar stamani alle 12 è stato osservato un minuto di silenzio in memoria del giovane fiorentino, la cui vacanza si è trasformata in tragedia. L’amministrazione comunale della cittadina spagnola ha annunciato che si costituirà parte civile al processo contro i 3 russi, detenuti a Blanes.

Exit mobile version