Site icon Corriere Nazionale

Jackpot Superenalotto ai terremotati: mozione di FdI

Estrazione Superenalotto, Lotto, 10 e Lotto di oggi, martedì 26 giugno 2018. La combinazione vincente del 26/6/2018, il jackpot e le quote, archivio estrazioni e verifica vincite.

Il testo della mozione presentata da Fratelli d’Italia

L’idea di destinare il jackpot del Superenalotto alla ricostruzione era stata rilanciata da Giorgia Meloni

ROMA – Il Governo si impegni a «destinare il montepremi dell’attuale estrazione del SuperEnalotto in favore delle popolazioni colpite dal sisma dello scorso 24 agosto e degli interventi di ricostruzione». E’ quanto si legge nel testo della mozione presentata alla Camera da Fratelli d’Italia, che Agipronews ha potuto visionare.

La mozione – che il gruppo parlamentare chiede sia messa al più presto all’ordine del giorno dell’Aula – impegna il Governo a «favorire una rapida ricostruzione di tutti gli edifici danneggiati dal sisma,  secondo i più aggiornati criteri anti-sismici ma nel pieno rispetto dell’identità urbanistica e architettonica dei luoghi, senza distinzione tra edifici di residenti e non residenti» e a «dare priorità, nel finanziamento diretto e indiretto dello Stato, alla realizzazione delle infrastrutture adeguate a garantire un efficace e tempestivo sistema di soccorsi: realizzazione ferrovie, aeroporti, eliporti, costruzione o modernizzazione strade, consolidamento viadotti e gallerie, conclusione delle opere in corso».

Inoltre, la mozione impegna il Governo a «destinare maggiori risorse al Fondo per la prevenzione del rischio sismico al fine di consentire la prosecuzione della sua attività nelle prossime annualità di bilancio e per attuare un piano di messa in sicurezza di tutti gli edifici pubblici e privati nelle zone a più elevato rischio sismico».

L’ipotesi di destinare il jackpot del SuperEnalotto alla ricostruzione post-terremoto era già stata avanzata dalla leader di FDI Giorgia Meloni e da altri parlamentari a pochi giorni dal sisma, ma per il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta c’erano «alcuni problemi tecnici da risolvere».

Exit mobile version