Sanremo 2017, Conti e De Filippi i padroni di casa dell’Ariston

Tante le novità: 22 big in gara e Dopofestival più lungo

La conferenza di presentazione del Festival di Sanremo 2017 (foto Twitter)

ROMA – Terzo Festival di Sanremo targato Carlo Conti nella veste di direttore artistico e conduttore. Con lui sul palco dell’Ariston ci sarà Maria De Filippi.

Ci tengo a sottolineare che Maria De Filippi partecipa al Festival di Sanremo a puro titolo gratuito” ha detto Conti durante la conferenza stampa del prossimo Festival di Sanremo.

Nell’occasione sono state illustrate anche le modifiche apportate al regolamento della prossima edizione che, come sempre, vedrà le canzoni al centro dell’evento.

Le novità del prossimo Festival di Sanremo

La prima riguarda il numero dei Campioni in gara, che salgono a 22 rispetto ai 20 delle passate edizioni (per un totale di 30 artisti, con gli 8 della categoria Nuove Proposte).

Nelle prime 2 giornate del Festival di Sanremo (7 e 8 febbraio) si esibiranno 11 campioni ogni sera. Di questi, i primi 8 (dopo il voto della Giuria della Sala Stampa e del Televoto, che avranno un peso del 50% a testa) accederanno alla serata del venerdì (per un totale di 16 Campioni) mentre gli ultimi 3 classificati (per un totale di 6) si sfideranno il giovedì in un “torneo a girone eliminatorio”.

Nella terza, la cosiddetta serata “cover”, quindi, 16 campioni eseguiranno delle proprie versioni inedite dei grandi successi della canzone italiana (l’interpretazione più votata riceverà un premio speciale) e gli altri 6 si sfideranno per accedere alla serata successiva (due di questi, infatti, saranno definitivamente eliminati).

Il venerdì sera, esibizione dei 20 Campioni ancora in gara, votati dalla Giuria di esperti (peso del 30%), dalla Giuria Demoscopica (30%) e dal Televoto (40%). Le ultime 4 canzoni saranno definitivamente eliminate.

Nella serata conclusiva, sabato 11 febbraio, si esibiranno i 16 campioni rimasti in gara per proclamare il vincitore del Festival.

Il cast artistico della nuova edizione

Definito da Carlo Conti “un bouquet”, il cast artistico di questa 67ª edizione del Festival di Sanremo è stato scelto ancora una volta per il valore delle canzoni e la loro potenzialità rispetto al mercato, con una particolare attenzione al loro “appeal radiofonico”.

La scelta della Direzione artistica è stata quella di raccontare in maniera fedele i molteplici aspetti della musica popolare contemporanea, dando voce come sempre ai nuovi talenti e agli artisti già affermati del panorama italiano.

Il risultato: un ventaglio di proposte musicali, provenienti dai più diversi generi, che porteranno sul palco dell’Ariston un emozionante racconto della musica italiana di oggi.

La gara delle Nuove Proposte

La gara delle Nuove Proposte avrà, invece, per protagonisti 8 cantanti e anche qui ci sarà un’importante novità: la sfida a 4 nella quarta serata.

Quattro si esibiranno mercoledì 8 febbraio e quattro giovedì 9 febbraio. I quattro più votati – due per ogni serata – accederanno alla quarta serata (venerdì 12 febbraio) in cui si sfideranno per aggiudicarsi la palma di vincitore della categoria Nuove Proposte.

Confermato, invece, il meccanismo di voto che viene declinato in quattro modalità diverse: Televoto (da telefonia fissa e mobile, come per i Campioni), Giuria della Sala Stampa, Giuria Demoscopica e Giuria di Esperti (i componenti di quest’ultima – musicisti, scrittori, personaggi del Cinema e dello Spettacolo – sono stati scelti per la competenza musicale, per l’attenzione alle parole dei testi e alla qualità delle singole esibizioni).

Il migliore testo in gara riceverà il “Premio Sergio Bardotti”, dedicato al celebre paroliere. Il “Premio Giancarlo Bigazzi” sarà assegnato dai Maestri dell’Orchestra, invece, alla migliore musica.

Altra novità è un “Dopofestival” più lungo. Quest’anno andrà in onda, da martedì 7 a sabato 11 febbraio, dopo tutte le serate del Festival di Sanremo.